MSF ci racconta la bufala dei profughi dalla Nigeria



Aspettiamoci una nuova ondata di clandestini dalla Nigeria, Paese di oltre 100 milioni di abitanti tra i più ricchi dell’Africa, stante i giacimenti di petrolio. Nel nord est della Nigeria, violenza e instabilità continuano a forzare le persone ad abbandonare le proprie case e nuove ondate di sfollati stanno affluendo nelle località remote del Borno State, la regione a maggioranza musulmana dove imperversano i terroristi di Boko Haram. Allo stesso tempo, rifugiati nigeriani che avevano trovato sicurezza in Camerun vengono costretti al rimpatrio.

Lo denuncia Medici Senza Frontiere (Msf), che sta offrendo assistenza medico-umanitaria alle persone sfollate e alle comunità ospitanti nella regione. Da gennaio più di 11.300 persone sono arrivate a Pulka, vicino al confine con il Camerun, facendo salire a 42.000 le persone in città. Un aumento pari a un terzo della popolazione, che sta mettendo ulteriore pressione sulle risorse destinate agli sfollati, già ridotte al minimo. A Banki, un’altra località remota vicino al confine con il Camerun, Msf ha visto nigeriani che avevano trovato sicurezza in Camerun venire rimpatriati in Nigeria dai militari camerunensi, in diverse occasioni nel 2016 e nel 2017.

VERIFICA LA NOTIZIA

I Medici Senza Frontiere si occupano di tutta la filiera: dalla capanna fino all’hotel in Italia. Hanno messo su una flotta di diverse navi per aumentare i clandestini traghettati quotidianamente dalla Libia. E spesso, insieme a spacciatori e prostitute assistono anche terroristi islamici.

Quella dei ‘nigeriani in fuga da Boko Haram’ è una delle tante bufale dei media di distrazione di massa, e dei meno di massa cazzari che popolano il web ‘solidale’.

Serve a convincere gli italiani che le migliaia di nigeriani che sbarcano dalle nostre (e di altri) navi militari sono profughi e non clandestini. Ed è una bufala che può funzionare con la maggior parte dei cittadini poco informati, per questo è necessario fare chiarezza.

E’ vero che in Nigeria gli islamici di Boko Haram uccidono e decapitano? Si, è vero. Ma non in tutta la Nigeria, solo in una piccola striscia di territorio: è importante capire dove.

Questa è la Nigeria:

Ni-map

Questa è la Nigeria con la zona interessata dalle attività del gruppo terroristico islamico Boko Haram:

boko-haram

E non è tutto. Di quella piccola regione, solo alcune zone sono veramente (non occupate) ma interessate dalle azioni di Boko Haram:

nigeria_map-northeastern

Ricapitolando:

nigeria

In sintesi, solo una trascurabile porzione di territorio nigeriano è interessata alle scorrerie di Boko Haram.

E’ un po’ come se in Italia un gruppo terroristico tedesco agisse in Alto Adige, e per questo siciliani e lombardi chiedessero asilo politico in Francia: ridicolo. Ed è questo che sta avvenendo con i nigeriani, che i media di distrazione di massa ci spacciano per profughi.

In termini di popolazione, la Nigeria è un mostro di 177 milioni di abitanti.  Lo Stato del Borno in cui BH è presente, ne ha 4,5 milioni. Le zone dello Stato interessate sono abitate da meno di 1 milione di abitanti.

Statisticamente, significa che per 100 nigeriani che gli scafisti della Marina raccattano, nemmeno 1 proviene da quelle zone. Ergo, ci stanno prendendo per il kyenge. Nel caso dei Medici Senza Frontiere: ci stanno traghettando clandestini, andrebbero messi fuori legge.

 


Lascia un commento