GB, May indice elezioni per sfruttare onda Brexit



VERIFICA LA NOTIZIA

Il premier britannico, Theresa May, in un inatteso discorso alla nazione, ha annunciato a sorpresa l’indizione di elezioni anticipate per l’8 giugno. “La Brexit – ha spiegato – è nell’interesse nazionale, ma gli altri partiti si oppongono”. Secondo i sondaggi la May può contare sul netto vantaggio del suo Partito Conservatore rispetto all’opposizione laburista, in grado sulla carta di rafforzarla nel cammino verso la Brexit.

Quindi le elezioni anticipate in Gran Bretagna si impongono per far fronte al clima di “divisione” seminato dalle opposizioni laburista, libdem e indipendentista scozzese a Westminster, che rischiano di indebolire il Paese nel negoziato sulla Brexit. “Il Paese vuole unirsi, ma Westminster si divide”, sul tema del negoziato con l’Ue.

Il premier conservatore si è poi appellato agli elettori affinché votino i Tory. Theresa May ha ammesso di aver escluso in passato il voto anticipato, ma di ritenere ora che questo sia “l’unico modo per garantire certezza” al Paese e condurre in porto la Brexit: “Ne abbiamo bisogno e ne abbiamo bisogno ora”, ha detto.


Lascia un commento