SOTTOMISSIONE: Vescovi e preti lavano piedi a Islamici – FOTO



Vescovi e ‘preti’ scatenati in tutta Italia nella lavanda dei piedi a immigrati islamici

“Mentre lavavo, asciugavo e baciavo i piedini dei due bambini iracheni – ha detto l’arcivescovo di Perugia – ho pensato a tutta la strada che queste piccole creature avevano fatto e a tutte le sofferenze che già portavano e la commozione, in questa lavanda dei piedi, è stata più forte di me”.

Don Antonio Carbone, prete di Torre Annunziata, ha invece preferito maschi più adulti, e ha inaugurato le celebrazioni del Giovedì Santo all’interno della parrocchia, lavando i piedi a immigrati africani. Osservato lo sguardo dell’immigrato:

Poi vi meravigliate che protestino per la crema corpo? Questi non hanno il QI per comprendere la differenza, e confondono il masochismo pseudo-religioso di una minoranza di fanatici con il pensiero della popolazione in generale.

Immaginate infatti l’impatto, emozionale e non, dell’immagine del Papa e dei vari religiosi che si chinano a lavare loro i piedi. Ovvio, noi conosciamo il contenuto religioso di quell’atto, ma agli islamici arriva solo un messaggio: venite, siamo qui, pronti a inchinarci davanti a voi. Pronti ad “umiliarci”.

E c’è, incontestabilmente, una parte non piccola della Chiesa che intende il Cristianesimo come “umiliazione” dell’uomo al limite del masochismo. Mentale e fisico.

VERIFICA LA NOTIZIA
Nella società moderna, che è la società delle immagini, queste hanno assunto una rilevanza ancora superiore, e si dovrebbe stare attenti, quando si hanno tali e tante responsabilità, quando si è il capo spirituale di quella che in molte zone del mondo, è una “minoranza oppressa” e perseguitata dall’islamismo, si dovrebbe, dicevo, fare attenzione ai messaggi che si lanciano all’esterno.
Se questo Papa intende esporre la Chiesa e tutto l’Occidente cristiano all’arroganza islamica, bene, questo è proprio il modo giusto di farlo: far passare nel mondo islamico, sempre più aggressivo, la convinzione che l’Occidente è quello da lui rappresentato nell’immagine dell’uomo in ginocchio. E purtroppo, in parte è così.

Ci sono settori della società totalmente annichiliti dal desiderio masochistico di autodistruzione.


Lascia un commento