EMERGENZA STUPRI NEL TRIANGOLO DEI PROFUGHI: RAGAZZINA CIRCONDATA



Circondata da due immigrati africani. Terrore per una ragazzina italiana, mentre si trovava in bici a Rottanova, nel comune di Cavarzere, in una zona poco abitata, quella che conduce verso la località di Marice. La vittima una ragazzina di 15 anni, è stata strattonata da due ragazzi di colore, cadendo a terra. Poi le urla di aiuto, e per fortuna qualcuno che abita nelle poche abitazioni del posto è uscito, mettendo in fuga i due violentatori.

La giovane è tornata a casa sconvolta e con il giubbotto lacerato. Ha spiegato ai genitori di essere stata aggredita da due giovani profughi ospitati a Conetta. Parlavano solo in inglese stentato, quindi non era in grado di capire cosa le stessero dicendo. Ma è facile intuirlo.

L’episodio è successo mercoledì pomeriggio verso le 17, e l’indomani mattina il padre della 15enne si è subito recato a Cona, dal sindaco, per denunciare l’accaduto, e poi dai carabinieri locali, cui spetterà ora il compito di indagare. L’assenza di telecamere, e il fatto che la giovane abbia visto i due aggressori solo di sfuggita, di certo non aiuteranno le forze dell’ordine ad individuare i responsabili. Ma ormai tra Cona e Bagnoli i profughi stupratori non mancano.

VERIFICA LA NOTIZIA
La notizia dell’aggressione alla 15enne si è sparsa velocemente, tanto che la Lega ha annunciato di voler indire una manifestazione di protesta nei prossimi giorni. Non ci sono comunque certezze sull’identità dei due profughi, che potrebbero provenire da Cona o Bagnoli, ma essere anche stranieri clandestini o regolari, attirati in zona per eventuali ‘rapporti’ con i richiedenti asilo.

E’ emergenza profughi stupratori. Le manifestazioni non servono ad una minchia. Serve altro.



Lascia un commento