COMO, RIFIUTA ITALIANI E PREFERISCE AFFITTARE A 10 PROFUGHI



Affitta la casa a 10 profughi: «È razzismo al contrario»
Bulgarograsso, Como: Affarista mette a disposizione l’abitazione, il sindaco protesta :«Quando cercavamo alloggi per i nostri cittadini nessuno si faceva avanti»

In arrivo una decina di sedicenti profughi in paese. Nei giorni scorsi la Prefettura ha comunicato al sindaco, Giampaolo Cusini, che una ‘persona’ – un traditore, affarista – sarebbe interessata a mettere a disposizione un appartamento per ospitare persone richiedenti asilo, senza fornire ulteriori informazioni.

VERIFICA LA NOTIZIA
«Ritengo immorale e ingiusto che la decisione di un cittadino possa turbare la tranquillità di un’intera comunità – sostiene il sindaco – Spero di sbagliarmi, ma intravedo una nuova forma di razzismo. In un paese come Bulgarograsso dove le problematiche abitative sono molte (sfratti e poche case), dove gli affitti sono saliti di molto e non si trova un appartamento per i giovani, il fatto di affittare la casa a queste persone denota poca solidarietà nei confronti dei nostri concittadini».

Il motivo è ovvio: 10 fancazzisti in una casa rendono 350 euro al giorno. Una cifra mai raggiungibile affittando a giovani coppie, single o anziani italiani. E così la natalità scenderà ancora, perché ci saranno sempre meno case a disposizione per mettere su famiglia, ‘grazie’ ai fancazzisti e ai delinquenti governativi che li vanno a raccattare.



Lascia un commento