Vaticano: “Attentati danneggiano profughi”



“La serie infinita e ormai insopportabile di attentati che si stanno drammaticamente consumando ovunque non contribuiscono a leggere il fenomeno migratorio in maniera corretta. Anzi diventano esca appetibile per chi non ha alcun interesse di offrire un contributo perché questo fenomeno complesso e inarrestabile rappresenti una chance”. E’ la vergognosa analisi di uno dei tanti mantenuti dall’8 per mille, il vescovo Nunzio Galantino, segretario generale della Cei.

Quindi, l’effetto dell’arrivo dei profughi, ormai protagonisti indiscussi degli attentati islamici, non è una manifestazione del loro arrivo, ma un fattore che impedisce di leggere il fenomeno in modo corretto! E’ come dire che il fenomeno degli omicidi stradali in stato di ebbrezza non è causato dagli ubriachi ma li danneggia! Solo un idiota potrebbe dirlo.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il fenomeno migratorio – ha poi proseguito Galantino – è una doppia sfida: pastorale’ e sociale, “Non ci si può sottrarre, chiudendo gli occhi o falsificandone la reale portata, ma ripensare luoghi, strutture e percorsi per un cammino di incontro e di scambi”. In Italia, nel contesto europeo, è diminuita drasticamente la “migrazione economica”, fattore di sviluppo e di crescita, mentre nel 2015 e nel 2016 è stato considerevole il flusso di “migranti forzati” sulle coste e nei porti della Sicilia, ma anche della Calabria, della Puglia e della Campania, in Sardegna. “Il cammino di chi fugge s’incrocia con il cammino di chi ha fame e ha sete, rispettivamente 840 milioni e 1 miliardo di persone”. Insomma il fenomeno migratorio è ancora tutto da analizzare, comprendere e affrontare.

Ancora con la bufala degli Africani affamati e assetati. Che poi, se veramente fosse, iniziate a favorire la sterilizzazione volontaria dopo il secondo figlio.



Lascia un commento