Sam, il Robot muratore costruisce case tre volte più in fretta di un migrante – VIDEO



Sam è un altro dei robot che rende obsoleta l’immigrazione. Riesce a lavorare tre volte più in fretta dei muratori romeni e albanesi. E’ una vera e propria macchina specializzata nel costruire muri. E svolge tutto il processo in completa autonomia.

Grazie a un braccio meccanico di precisione e a un motore che produce continuamente cemento Sam in una sola giornata di lavoro riesce a impilare alla perfezione tra gli 800 e i 1,200 mattoni. Non male, specie se paragonato alla media umana, che va dai 300 ai 500 mattoni in una giornata lavorativa. Per svolgere il suo compito Sam fa scorrere un mattone alla volta sul suo braccio meccanico, a questo punto aggiunge la calce e poi inizia a costruire il muro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Oltre che per il carico dei materiali il team di assistenti umani è utile per rifinire i dettagli, come per esempio togliere il cemento in eccesso. Cemento che può anche essere recuperato per evitare gli sprechi. Oppure per livellare al meglio il muro. Questo diminuirà la fatica dei colleghi umani di Sam e soprattutto velocizzerà i lavori in maniera sostanziale. Sam è stato progettato dall’azienda Construction Robotics e viste le sue abilità il costo di partenza non è alla portata di tutti. Per avere Sam in cantiere servono circa mezzo milione di dollari. Gli sviluppi tecnologici però potrebbero portare a breve a delle ulteriori migliorie e a un abbassamento generale dei costi.

Non dobbiamo ‘investire’ in immigrazione a basso costo, ma in tecnologia. Il futuro non è nel numero, è nella qualità.



Lascia un commento