MINNITI: “TERRORISTI IMPREVEDIBILI”



“Consentitemi di esprimere qui a nome vostro e a nome dell’intera Italia la solidarietà al popolo svedese colpito da un attacco terroristico”. Lo ha detto il ministro dell’Interno, Marco Minniti, parlando dell’attentato di Stoccolma durante un incontro a Genova con i sindaci e gli amministratori locali della Liguria per discutere di sicurezza e immigrazione (IN REALTA’ PER IMPORRE FANCAZZISTI AI COMUNI RIBELLI ndr).
Minniti ha poi ricordato le stragi di Parigi, Istanbul, San Pietroburgo, Nizza e Berlino. “Siamo dentro una fase complicata -ha detto il ministro dell’Interno- se dovesse essere confermato che anche in questo caso sia stato un camion contro un centro commerciale comprendete che abbiamo di fronte una minaccia terroristica ad alta imprevedibilità. Si ruba il camion e con quel camion si ammazzano cittadini inermi”.

VERIFICA LA NOTIZIA
“Allora voi comprendete -ha concluso Minniti- che quando ho chiesto di lavorare con tempi rapidissimi, quando ho pensato di correre sul tema della sicurezza e fare insieme due provvedimenti su sicurezza e immigrazione avevo in testa proprio l’imprevedibilità di questi attacchi”.

Questa è un’agenzia. Noterete come il termine Islam e Islamico sia completamente assente. Con giornalisti così, non c’è bisogno di censori.

Quanto a Minniti, dovrebbe spiegarci quali sarebbero i cosiddetti ‘provvedimenti’ presi su immigrazione e sicurezza, visto che da quando c’è lui gli sbarchi sono raddoppiati e le rapine con morto ammazzato anche: e non era facile, visto il predecessore. Ricordiamoci: gli sbarcati di oggi sono i terroristi di domani. Magari i loro figli, come in GB.

Perché come riconosce Minniti: “La minaccia è ad alta imprevedibilità”, che tradotto, significa che ogni immigrato islamico può essere un terrorista e colpire ovunque. La soluzione: frontiere chiuse e islamici a casa loro.



Lascia un commento