BERGOGLIO: “BASTA USARE TERMINE CLANDESTINO”



DIVERSAMENTE REGOLARI. COME LUI E’ DIVERSAMENTE CATTOLICO

Nel pubblicare l’intervista di Bergoglio al giornale del governo italiano, ci era sfuggita la presenza di questa esortazione, che merita un titolo nuovo:

VERIFICA LA NOTIZIA
«La buona informazione può abbattere i muri. I mass media, invece, spesso usano stereotipi negativi parlando di migranti e rifugiati. Basti pensare all’uso scorretto che spesso fanno dei termini con cui appellano a migrati e rifugiati. Quante volte si sente parlare di clandestino come sinonimo di migrante. Questo non è corretto, è una informazione di parte da una base errata che spinge l’opinione pubblica a elaborare un giudizio negativo».

Clandestino. Beh, in effetti invasore è più adatto.


Lascia un commento