ALFANO TRADISCE ANCORA, GOVERNO PD IN BILICO

L’ASTA E’ INIZIATA – Non puoi fidarti dei traditori, prima o poi tradiscono ancora. L’elezione a presidente della commissione Affari costituzionali di Salvatore Torrisi, senatore di Alleanza Popolare, invece del PD Pier Giorgio Pagliari, è l’avviso di Alfano al governo.

Immediata la reazione del Nazareno i cui vertici si apprestano a chiedere un incontro con il premier Paolo Gentiloni e con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. Una mossa che suona come l’inizio di una crisi politica, visto che quanto accaduto in commissione Affari costituzionali del Senato, luogo dal quale dovrà passare la nuova legge elettorale, evidenzia il momento di tensione che vive la maggioranza e la scarsità dei numeri su cui può contare il Pd.

“È molto grave – ha detto Lorenzo Guerini, PD – un tradimento della corretta modalità di stare insieme, siamo preoccupati”. Dimenticando che Alfano è stato eletto dall’altra parte, e che il tradimento è alla fonte.

Il Presidente del Consiglio ha ricevuto il Presidente del Pd Orfini, il preferito di Buzzi, e il vicesegretario uscente Guerini, che gli hanno rappresentato le loro preoccupazioni per il grave episodio avvenuto al Senato.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
“Abbiamo raccontato al presidente quello che è successo e manifestato preoccupazione per quello che è accaduto, sottolineando la gravità”, ha dichiarato Matteo Orfini lasciando Palazzo Chigi con Lorenzo Guerini dopo l’incontro con il premier Paolo Gentiloni a proposito di quanto accaduto al Senato oggi. “Abbiamo discusso insieme di come noi vogliamo affrontare questo passaggio. C’è una ferita che bisogna cercare di sanare, viene da dentro la maggioranza di governo, noi abbiamo sempre garantito lealtà e ci aspettiamo lealtà, che oggi non c’è stata”.



Lascia un commento