Medici Senza Frontiere lancia una nuova nave per raccattare clandestini in Libia



Il traffico di clandestini rende, così Medici Senza Frontiere (ormai Scafisti Senza Frontiere) raddoppia e va in mare con una nuova imbarcazione, la Prudence, per rafforzare le proprie operazioni di traffico umanitario in Libia.

La Prudence ha lasciato ieri sera il porto della Valletta, a Malta, e dovrebbe raggiungere la Libia domani nelle prime ore del mattino. È una nave commerciale di 75 metri di lunghezza, che può ospitare a bordo 600 clandestini a botta.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Con 13 persone dello staff Msf a bordo e 17 membri dell’equipaggio, la nave è equipaggiata per fornire primo soccorso a bordo ed è dotata di pronto soccorso, ambulatorio, farmacia. Si affianca alla nave Aquarius, gestita in collaborazione da Sos Mediterranée e Msf. Dall’inizio delle operazioni in Libia nel 2015, Msf ha raccattato e poi vomitato in Italia più di 56.000 clandestini africani.

La situazione è tragicomica. Scafisti umanitaria finanziati da loschi globalisti traghettano africani in Italia al ritmo di 1.000 al giorno. E noi non facciamo nulla contro queste organizzazioni ‘umanitarie’.


Lascia un commento