Invasione, Salvini: “Un buon cristiano li aiuta a casa loro”



“Il problema è chiudere il rubinetto, altrimenti la casa si allaga – attacca il leader leghista ai microfoni di Radio Padania – anche perché ci sarà il Papa a Milano e Monza sabato prossimo e dico un buon cristiano, un buon cattolico aiuta chi ha bisogno, ma aiuta la gente a star bene a casa sua”. Come dice chiunque non faccia affari invitandoli, Chiesa.Spa compresa.

“I soldi, che stiamo sprecando qua, spesi in Africa, sarebbero un aiuto per milioni di bambini – argomenta il leader del Carroccio – quelli sarebbero soldi ben spesi. Le coop vicino alla sinistra non ci mangerebbero”. Il fatto è, caro Salvini, che i ‘milioni di bambini affamati’ non esistono, se non nelle pubblicità delle ONG che raccolgono denaro a scrocco: altrimenti non spenderebbero migliaia di euro per imbarcarsi.

demografia

La bufala delle carestie in Africa deve finire. Anche perché è proprio con gli ‘aiuti’ che li abbiamo moltiplicati e li stiamo moltiplicando. E poi vengono qui.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Per Salvini le mosse del ministro dell’Interno Marco Minniti sono solo “chiacchiere” mentre il governo in realtà non fa nulla per risolvere il problema dell’immigrazione perché “complice” di un fenomeno diventato “business”. “Minniti può chiacchierare quanto vuole, l’Europa può promettere quello che vuole, ma i dati sono chiari – tuona l’esponente lumbard – nelle prossime ore sono attesi 2000 sbarchi, il 2016 è stato purtroppo l’anno del record negativo e il 2017 sarà peggio almeno stando a quello che i primi due mesi ci hanno fatto sapere”. Secondo il leader del Carroccio, invece, occorrerebbe “avere un governo italiano con le palle e le idee chiare, una Marina militare e una guardia costiera che, invece che fare da vice scafista, li soccorrano tutti e li riportino indietro”. “Ma il governo non lo fa perchè ormai l’immigrazione è un business – conclude Salvini – il governo non si muove, l’Europa non si muove perchè sono pagati per favorire questa invasione. Non è un governo di incapaci ma di complici”.


Lascia un commento