Salvini fa scappare De Magistris in diretta



A In mezz’ora di Lucia Annunziata gli ospiti erano due: prima Luigi De Magistris, poi Matteo Salvini. E Annunziata chiede: “Almeno un saluto ve lo scambiate?”. E il saluto arriva, ma al veleno.

Prima Salvini: “Saluto tutti, ci mancherebbe altro. Mi spiace però che Napoli sia amministrata da una persona come De Magistris, il quale come amministra questa città lo si è capito in questa mezz’ora. Uno che pensa più a Salvini che ai problemi della città…”. La risposta di De Magistris? Laconica: “Lo saluto e mi appello all’articolo 27 della Costituzione”. Annunziata dunque chiede di cosa si tratti, e il sindaco di Napoli risponde: “Non c’è bisogno che lo dica io di cosa si tratta”.

L’articolo 27 prevede che “la responsabilità penale è personale”. Quindi lui, con gli assalti di Napoli, non c’entra: il che è vero, lui ha solo sobillato i centri sociali. Ma vorremmo che lo stesso si applicasse al diritto alla libertà di espressione che invece, agli altri, non è garantito.


Lascia un commento