Salvini attacca Boldrini su Ius Soli: “Togliamo a lei la cittadinanza”

ll caso di di Ihlam Mounssif, la marocchina di 22 anni a cui ieri è stato negato di entrare alla Camera dei Deputati perché non italiana (un vero e proprio dramma), eccita Boldrini e i vari cultori della cittadinanza ai figli degli immigrati. Vere e proprie bombe a tempo, come dimostra la vicina Francia.

Subito Laura Boldrini chiede di cambiare la legge per la cittadinanza italiana, dando l’impressione che sia una ‘gag’ preparata proprio da Boldrini e soci.

La ragazza, arrivata in Italia 20 anni fa, non ha la cittadinanza italiana, ha, giustamente, quella marocchina. Per questo le era stato impedito di assistere alla seduta dell’Aula. Nulla di strano. Ma Laura Boldrini privilegia gli immigrati rispetto agli italiani, così stamattina l’ha incontrata e accompagnata a sedersi tra i banchi del governo in occasione dell’evento “Montecitorio a porte aperte”. Approfittandone per fare, inseieme, un vergognoso spottone per lo Ius Soli, o ‘legge Bataclan’.

Una prassi di Montecitorio, per motivi di rapidità nei controlli di polizia, impedisce a tutti i cittadini extracomunitari di entrare nell’emiciclo. Perché i politici sanno proteggersi: loro non li fanno entrare dove passano le giornate.

La risposta di Matteo Salvini alle richieste della fanatica:


Lascia un commento