Immigrato uccide a martellate bimbo di 1 anno perché bianco

La società multietnica è l’apice del degrado. E le coppie miste ne sono una perfetta riproposizione in ‘piccolo’. Bidhya Sagar Das, un immigrato indiano sposato con una donna romena a Londra – caos etnico all’ennesima potenza – ha ucciso a martellate il figlio di un anno e ferito quasi a morte la sua gemellina.

Era ossessionato dall’idea che Gabriel e Maria, i due gemelli nati 18 mesi fa, non fossero figli suoi. Continuava a chiedere alla sua compagna come fosse possibile che fossero bianchi, mentre lui era indiano.

Sabato sera ha chiuso a chiave in bagno Cristinela Datcu, la madre dei piccoli, e ha colpito ripetutamente con un martello i ‘suoi’ bambini nella loro casa a nord di Londra. Gabriel non ce l’ha fatta, la piccola Maria lotta in ospedale tra la vita e la morte.

Voi dirette che queste cose avvengono, purtroppo, anche nelle coppie e famiglie normali. Ed è vero, perché la follia è ovunque. Ma avvengono con una incidenza estremamente più rara. Esattamente come disordini e violenze sono più frequenti in società multietniche rispetto a quelle omogenee.



Lascia un commento