Imam rifiutano corsi di “deradicalizzazione”

Come sapete in Italia il ministro abusivo degli Interni ha firmato un accordo con alcuni rappresentanti del mondo islamico, vaneggiando la nascita di un ‘islam italiano’ che passerebbe, secondo lui, dalla formazione ‘repubblicana’ degli Imam, sulla falsariga di quello che sta accadendo in Francia. Che sia una tipica stronzata piddina era evidente fin da subito a chiunque non fosse un completo idiota. Ora lo conferma uno studio francese – richiesto direttamente dal governo di sinistra – secondo il quale è “mpossibile formare gli imam”, che “sfuggono a qualsiasi controllo e rifiutano i corsi di deradicalizzazione”.

Il rapporto – 72 pagine – spiega che gli oltre 1.800 imam che predicano in Francia “sfuggono a qualsiasi controllo” e, soprattutto, criticano apertamente la formazione universitaria in islamologia che, nelle intenzioni del governo francese, dovrebbe avere l’obiettivo di deradicalizzare gli imam più estremi. E ancora: gli imam che partecipano ai corsi di formazione contestano anche la “lettura universitaria del Corano”.

Così, gli studiosi non possono fare altro che “sconsigliare la formazione degli imam” che, tra l’altro, sembra ignorino il francese.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Al governo viene consigliato, in più di un’occasione, di chiedere ai “responsabili del culto musulmano di determinare un contenuto comune degli insegnamenti religiosi per creare una certificazione interna al mondo musulmano”. Una richiesta destinata a cadere nel vuoto visto che nell’islam non esiste né una figura religiosa che possa parlare a tutti i fedeli musulmani, né, tout court, una religione comune.



Lascia un commento