NAPOLI, PROFUGO VIOLENTA E MASSACRA DI BOTTE VOLONTARIA



Un profugo di 27 anni, cittadino della Costa d’Avorio, che naturalmente sappiamo essere nei pressi della Siria, è stato arrestato dalla polizia per violenza sessuale e lesioni.

Gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale sono intervenuti nel primo pomeriggio di ieri, presso una struttura di accoglienza in Corso Lucci dopo che l’africano aveva aggredito una responsabile del centro.

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Il fancazzista, ospite dell’hotel per profughi da una ventina di giorni, aveva colpito la vittima alle spalle bloccandola contro un muro, palpeggiandola e tentando una violenza sessuale. Il 27enne alla reazione della donna la malmenava e colpiva con schiaffi e pugni al volto.

Solo le urla della vittima hanno evitato uno stupro completo con l’intervento di un altro responsabile. L’immigrato è stato arrestato e condotto al carcere di Poggioreale.

Quante Marocchinate, ancora, dovremo sopportare, prima di ribellarci a questo sistema che ci soffoca e opprime? Ovviamente, le truppe di Giggino in questo caso non protesteranno, magari la cosa li eccita anche.



Lascia un commento