PADOVA, BANDO CHOC: 63 MILIONI DI EURO PER ALTRI 2.000 PROFUGHI

VERIFICA LA NOTIZIA
VERIFICA LA NOTIZIA
Oltre 63 milioni per l’accoglienza diffusa sul territorio padovano di 2 mila profughi da quest’anno fino alla prima metà del 2019. È la cifra stanziata dalla Prefettura per il lotto 1 del bando per il quale, lunedì, a seguito dell’apertura delle buste contenenti le offerte economiche presentate da 14 tra cooperative e associazioni, si è classificato al primo posto il “Consorzio Veneto Insieme”, aggiudicandosi il miglior punteggio, mettendo a disposizione il numero più alto di posti, 663, e con un prezzo di 34,90 euro per profugo al giorno.

Si dovrà attendere il 14 marzo, invece, per conoscere chi si aggiudicherà il secondo lotto del bando della prefettura, quasi 24 milioni di euro per gestire gli 800 profughi dell’hub di San Siro a Bagnoli nei prossimi due anni e mezzo. Cinque le cooperative presentatisi, anche da fuori regione, nonché l’attuale gestore, la padovana Edeco.

Uno scandalo di proporzioni gigantesche. Già sono proiettati al 2019.

Così Confcooperative (che si nasconde dietro il nome ‘Consorzio Veneto Insieme’) si mette saldamente al timone dell’accoglienza diffusa: «Siamo soddisfatti – dice Ugo Campagnaro, presidente di Confcooperative – Noi cerchiamo di proporre un’accoglienza di qualità».



Lascia un commento