banani

Azione Identitaria: “Banani in Piazza Duomo sarebbero da bruciare”

AZIONE IDENTITARIA SCRIVE A VOX:

“Noi bruceremmo le palme ed i banani. Non siamo piromani e non sacrificheremo, nemmeno per una giusta causa, neanche una pianta. Ma andrebbe dato fuoco ai banani piantati in piazza del Duomo a Milano.

Il disegno ideologico, sottile e perfido, che nutre questa iniziativa (non a caso voluta da Starbucks, la multinazionale del meticciato culturale) è il medesimo utilizzato per ogni ambito culturale e comunicativo.

Secondo i moderni distruttori, non solo non ci dovrà essere più un uomo espressione della sua terra e della sua tradizione, ma dovranno sparire anche i simboli di un luogo, ed ogni rappresentazione dovrà manifestare la fine della specificità, della appartenenza, della particolarità di un popolo, di una nazione e dei suoi simboli, finanche quelli del mondo naturale.

Le palme ed i banani in piazza del Duomo sono un suggerimento sottile e maligno: “non esistono più il vostro mondo, la vostra tradizione e nemmeno le vostre piante ed i vostri alberi”.

Secondo il disegno mondialista, dovrà esistere l’uomo unico, il colore unico, il “paesaggio unico”.

Non è da escludere che, a lavori terminati, saremo noi gli autori di questa tipo protesta emblematica in avversione a quanto si vuole imporre.

Noi gli dimostreremo che non è così, che la strada è ancora lunga, che ci troveranno a tendergli imboscate in ogni momento, fino al giorno della Grande Rivolta. Unisciti a noi.

 


Lascia un commento