Profugo moleste ragazzine, magistrato lo libera: “E’ un reato lieve”



Condannato, per violenza sessuale, a 2 anni e 4 mesi. Quindi niente carcere dopo le nuove leggi sulle depenalizzazioni varate dal governo Renzi.

Il pm ne aveva chiesti più del doppio. Ma il giudice ha riconosciuto che molestare ragazzini è una reato «lieve». Così ora se ne torna in libertà. Era stato identificato dalle sue vittime – due studentesse di che viaggiavano sull’autobus nella zona di Verona.

Profugo molesta ragazzini sul bus, torna libero perché “reato lieve”

Ora il profugo algerino richiedente asilo e accolto a Verona in un centro immigrati, è tornato libero anche se da cittadino non gradito. Ma non lo espellono, perché non espellono nessuno, questi politici e prefetti del kyenge.

Già nel dicembre 2015 aveva ricevuto – per altre violenze – la revoca immediata da parte del Prefetto del «permesso speciale» di soggiorno. Ma dopo 2 anni è ancora qui: a molestare ragazzine. Tanto è un reato ‘lieve’.



Lascia un commento