CAPRI: 3 GRANDI VILLE OSPITERANNO I PROFUGHI, UN FARO TUTTO PER LORO – FOTO



I sindaci di Capri e Anacapri hanno comunicato al prefetto di desiderare tanto l’arrivo di giovani maschi africani, detti ‘profughi’. Il primo cittadino Franco Cerrotta ha già individuato le strutture: ville extralusso con vista sui Faraglioni.

Tre diverse location, tutte a cinque stelle, che serviranno ad ospitare i 22 fancazzisti individuati dalla Prefettura di Napoli sulla base del nuovo piano di colonizzazione.

 

capri-profughi

hotel_villa_immigrati_capri

La prima sistemazione è uno splendido immobile di 850 metri quadrati di proprietà del Centro nazionale delle ricerche che un tempo ospitava la sede dell’Accademia svedese delle scienze. Un lussuoso edificio ristrutturato di recente che si trova tra le località di Ceselle e Caprile.faro-punta-carena

Il sindaco Franco Cerrotta ha disposto che anche i tre maxi-alloggi – perché il quarto è occupato dal custode – del faro di Punta Carena di proprietà della Marina Militare possano essere utilizzati per lo stesso scopo. Anche l’ultima proposta inviata dal Comune all’ufficio Immigrazione non ha niente da invidiare alle altre.

Si tratta di Villa Orlandi una principesca dimora di oltre 200 metri quadrati che, a metà dell’Ottocento, venne acquistata dall’omonima famiglia e poi rimessa a nuovo dal secondo proprietario Edwin Cerio. Oggi la gestisce l’università Federico II che l’ha destinata a centro congressi e luogo di ricerca.

A Capri il sindaco Gianni De Martino ha offerto la massima collaborazione, il primo cittadino ha fatto sapere che sta ancora vagliando una serie di immobili pubblici e privati rispondenti alle richieste di lusso dettate dalla prefettura.


Lascia un commento