imam-bergoglio

Bergoglio sostituisce Vescovo anti-Islam con fanatico immigrazione

Il vescovo tradizionalista e ‘anti-islamico’ sostituito dal direttore di Migrantes, la fondazione della Chiesa che fa business con gli immigrati. Una sorta di Mafia Capitale vaticana.

A guidare l’Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio verrà chiamato il famigerato monsignor Giancarlo Perego, 56 enne fanatico dell’immigrazione.

conosciuto soprattutto per la sua militanza in associazioni caritative e assistenzialistiche. Prima la Caritas, poi il ruolo di direttore di Migrantes.

Giornale Vescovi: Stupri Colonia colpa delle donne

Un bel salto dal patriottico monsignor Luigi Negri che paga, evidentemente, le critiche alle politiche del ‘misericordioso’ Bergoglio.

I cristiani hanno “la responsabilità di un popolo di cui non fanno parte solo gli stranieri, ma anche gli italiani”. Disse tempo fa: nulla di che, ma parole rivoluzionarie nella Chiesa untuosa di Bergoglio.

mosulbbcqrt0hsori_300

La sua diocesi è una delle poche che mostra con orgoglio sulla porta della curia la “N” di “Nazareno”, il marchio di infamia che i miliziani dell’Isis disegnano sulle case dei cristiani perseguitati nel mondo. Nel commentare la decisione di esporlo, Negri disse che il dialogo con l’islam “non può essere perseguito ad ogni costo e non può rappresentare assolutamente una forma di dimissione della presenza cristiana nel Medio Oriente”.

Monsignor migrante: “Più immigrati per diminuire crimini degli immigrati”

Negri ‘osò’ anche criticare le nomine dei vescovi “di strada” di Palermo (Corrado Lorefice) e di Bologna (Matteo Zuppi). Due fanatici islamofili privi di scrupoli religiosi. “Dopo queste nomine – disse – posso diventare Papa anch’io. È uno scandalo. Incredibile, sono senza parole. Non ho mai visto nulla di simile”. Poi aggiunse di aver promesso a Caffarra, vescovo uscente del capoluogo emiliano, di “far vedere i sorci verdi a quello lì (Zuppi): a ogni incontro non gliene farò passare una”.

Come da cerimoniale, infatti, Negri al compimento del 75esimo compleanno di età ha presentato le dimissioni. Bergoglio non ha fatto una piega, le ha accolte e ha deciso di sostituirlo con uno dei suoi. Un fanatico come lui.

Nemmeno la stupida presa di posizione (“ripugna alla coscienza cristiana”, disse Negri) contro le barricate di Goro e Gorino, lo ha aiutato ad evitare le ‘dimissioni’: dimostra che è inutile piegarsi.


Lascia un commento