Stadio Unicredit: ‘Parnasi vuole in regalo 600 mila metri cubi’



Giornata importante per il destino dell’enorme speculazione edilizia di Pallotta con la scusa del nuovo stadio della Roma. Oggi, dopo settimane, il Campidoglio incontrerà di nuovo i proponenti, l’As Roma e l’imprenditore Luca Parnasi.

“Parnasi vuol fare insieme allo stadio qualcosa come 600 mila metri cubi regalati… Scusate, lui non fa lo stadio… Io sono a favore dello stadio della Roma, l’ho detto 10 volte, sono contro questo gioco della roulette”. Ha detto l’assessore all’Urbanistica, Paolo Berdini, in commissione parlamentare Periferie. “Chi ha scelto quell’area che ha bisogno di un immenso investimento pubblico? Ha scelto il privato? – ha aggiunto – E’ questo il futuro delle nostre città? Che diamo le chiavi delle città al privato? Parnasi che blocca la filovia sulla Laurentina ora ci impone di fare un ponte, una metropolitana che non si può fare… E’ questa la città che pensiamo?”.

“Sapete benissimo che lo stadio lo voglio fare quindi evitate di dire bugie”. E rispondendo poi all’appello di Totti ha aggiunto: “Spero che lo stadio si faccia, che l’associazione sportiva Roma lo voglia fare. Sono le regole che fanno la differenza, altrimenti è una giungla. Se stiamo dentro le regole del piano regolatore, come dico da mesi, lo stadio si può e si deve fare”, ha aggiunto sollecitando ancora il rispetto delle regole. “È il segnale che questa città è disponibile a qualsiasi tipo di investitore, se si rispettano le regole. Io mi sento parte di questa città”, ha concluso.

La realtà è che i padroni delle società di calcio le vogliono utilizzare come veicolo per enormi speculazioni immobiliari. Usando i tifosi come elemento di pressione politico.



Lascia un commento