Meningite: profilassi per clienti bar serviti da barista infetto



Per quanto riguarda il giovane spezzino di 25 anni ricoverato presso il reparto di Rianimazione dell’ospedale Sant’Andrea di La Spezia per meningite da meningococco, Regione Liguria, d’intesa con la Asl 5 spezzina, precisa che il giovane è dipendente di un bar di piazza Chiodo a La Spezia.

A livello precauzionale tutti coloro che, tra il 23 e il 30 gennaio scorso, abbiano frequentato il locale sono invitati a procedere, in via precauzionale, con la profilassi antibiotica tramite cirofloxacina mg 500 in unica dose. Regione Liguria ricorda inoltre che devono sottoporsi a profilassi i contatti stretti del 25enne.

CEPPO MENINGITE CHE COLPISCE IN ITALIA RILEVATO IN NORDAFRICA…

Solo ed esclusivamente nel caso in cui si ritenga di rientrare in queste categorie la Asl 5 invita a contattare il Medico Reperibile del servizio di Igiene Pubblica tramite centralino al 0187 533111 o a recarsi all’ambulatorio di via Fiume 137 a La Spezia che rimarrà aperto fino alle 19.00 di questa sera e domani, domenica 5 febbraio, dalle 8.30 alle 19.00. In alternativa, l’antibiotico è disponibile anche nelle farmacie.

Sono iniziate poco dopo le 16 le procedure per l’accertamento della morte cerebrale del barista e studente spezzino di 25 anni ricoverato da venerdì mattina all’ospedale Sant’Andrea per meningite meningococcica con sepsi.
L’osservazione durerà sei ore: se in questo periodo l’encefalo non mostrerà attività il giovane sarà dichiarato morto. Si apprende da fonti ospedaliere. Le condizioni del 25/enne sono precipitate stamani

Il caso ha costretto molti a profilassi antibiotica. Stamani circa 80, soprattutto giovani, si sono messe in fila all’ufficio igiene della Asl. La profilassi è stata prescritta solo a 12 persone, a testimonianza che il caso sta creando psicosi. Asl e Regione hanno consigliato la profilassi a coloro che hanno avuto contatti stretti con il giovane e a coloro che frequentano il locale dove lavora il 25/enne, che le istituzioni sottolineano può essere frequentato senza problemi. Ieri oltre 300 le persone ricevute dalla Asl. Ci sono state anche difficoltà a reperire il farmaco e alcuni soggetti sono stati indirizzati alle farmacie.



Lascia un commento