MENINGITE INFURIA: 3 CASI IN 24 ORE, BIMBA DI 6 ANNI IN LIGURIA



Le prime analisi avevano escluso un caso di meningite per il decesso a Torino, poi però sono arrivate le controsmentite dei secondi esami fatti sul povero 25enne di Valperga morto al Molinette di Torino: «Non è stata ancora identificato il ceppo di meningocco che ha causato la malattia e il decesso ma la diagnosi è certa. La possibilità di contagio riguarda solo i conviventi, per i quali la profilassi è già stata avviata. Ci siamo infatti comportati da subito come se già sapessimo che era meningococco», afferma l’assessorato alla Sanità della Regione Piemonte.

E confermato anche il caso di Legnano, dove un 49enne è ricoverato da domenica mattina per uno svenimento improvviso, rientrasse in un nuovo caso di meningite di tipo C. «È arrivato in ospedale a Legnano nella mattina di domenica 8, trasportato dal 118 che lo ha trovato a casa, svenuto, da solo. E dopo le analisi, condotte dagli infettivologi della struttura, è stato confermato che si tratta di un nuovo caso di meningite. È accaduto a un cinquantenne di Canegrate, nell’hinterland milanese: l’uomo è ricoverato nel reparto di Rianimazione dell’ospedale, in gravi condizioni», riportano i colleghi di Repubblica. Scattate tutte le profilassi sia nei confronti dei conoscenti del paziente che in tutti gli altri operatori sanitari dell’ospedale di Legnano.

MENINGITE DA DOVE PARTONO I BARCONI - CLICCA
MENINGITE DA DOVE PARTONO I BARCONI – CLICCA

Un caso di meningite batterica da meningococco ha colpito anche una bambina di 6 anni, residente nella zona di Arma di Taggia, in provincia di Imperia. Lo rende noto la vicepresidente e assessore regionale alla Salute della Regine Liguria Sonia Viale. La bambina è attualmente ricoverata all’Istituto Gaslini di Genova, in osservazione e sottoposta alle specifiche terapie del caso, ma non in pericolo di vita, secondo quanto riferito dal direttore sanitario. La Asl 1 Imperiese ha attivato tutte le misure di profilassi specifiche.

MENINGITE
MENINGITE

E’ il terzo caso in Liguria, segue i ricoveri di due immigrati: una donna peruviana residente a Chiavari all’ospedale San Martino di Genova e di un ricercatore indiano all’ospedale Galliera. Entrambi sono stati dichiarati guariti.



Lascia un commento