La grande villa per profughi dove gli Italiani non possono entrare – VIDEO

Del resto, la provincia di Pavia si prepera ad accogliere altri 2.750 fancazzisti. Questo il numero ipotizzato dalla Prefettura, che ha pubblicato un nuovo bando per individuare operatori che predispongano servizi di accoglienza per il 2017, a partire da aprile.

Sono 1700 i cittadini stranieri che si trovano già sul territorio provinciale, 800 quelli arrivati nel 2016 e ora, spiega il viceprefetto vicario Sergio Pomponio, «dobbiamo farci trovare pronti per nuovi arrivi».

Perché non sono sufficienti le circa 50 strutture attivate finora, da piccoli appartamenti fino a complessi di dimensioni maggiori che ospitano anche 20 persone. Previsto un budget di oltre 26 milioni e mezzo di euro. Tanto infatti potrebbe spendere la prefettura per l’accoglienza: 35 euro al giorno per profugo per 275 giorni.

Ricorda il viceprefetto che «la quota di richiedenti asilo da accogliere in Lombardia è di oltre 23.600 persone» e che proprio in seguito agli accordi raggiunti nel tavolo regionale di coordinamento, istituito presso la prefettura di Milano, «è stato ipotizzato un fabbisogno di altri 2750 posti che corrispondono ad una presenza teorica di 5 migranti ogni 1000 residenti». Già da 2,5 si è passati prima a 3 e ora a 5. Che è quasi l’1% della popolazione. Una cifra mostruosa.



Lascia un commento