Alto dirigente Facebook arrestato per adescamento di minori (per ora potete leggerlo)



Si chiama Dov Katz, Head of Computer Vision di Oculus VR, ed è stato arrestato il 21 dicembre per aver cercato di andare a letto con una quindicenne, senza protezioni e pagando 350 dollari. Lo scrive il giornale specializzato Gamesvillage.it

Dov Katz, lo sviluppatore a capo della divisione Facebook proprietaria della sezione Oculus VR sembra essere proprio nei guai. Dov Katz, sviluppatore di 38 anni, che in base ad alcune fonti sarebbe stato “un parte integrante del team che ha sviluppato il visore Oculus Rift” è stato arrestato nei pressi di Seattle il 21 dicembre con l’accusa di adescamento sessuale ai danni di una minorenne.

Katz è stato rilasciato pagando una cauzione da 125,000 dollari, secondo quanto riporta il sito internet della prigione di King County di Seattle. Secondo la documentazione ufficiale della Polizia, Katz avrebbe incontrato la presunta minorenne sul sito “Backpage”, chiedendogli attraverso la chat un’esperienza “da fidanzati” e di fare sesso non protetto con lui per 350 dollari.

Quando però si è recato a sud di Seattle, all’Embassy Suites Hotel, luogo dove si sarebbe consumato l’incontro prefissato, ad attenderlo ha trovato la Polizia in borghese che l’ha arrestato sul posto. Katz aveva con se 600 dollari in contanti e sul suo telefono erano rimaste le conversazioni incriminate.

L’episodio rappresenta un brutto colpo per l’immagine pubblica di Facebook e Oculus VR, dato l’alto posizionamento aziendale di Dov Katz.

Facebook/Oculus VR potrebbero inoltre rilasciare dichiarazioni ufficiali al riguardo, sulle quali vi terremo aggiornati in tempo reale.



Lascia un commento