Consigliere PD: “Profughi arrivano infetti, da Governo nessun controllo”



“Nelle scorse ore ho provveduto a depositare in Consiglio regionale un’interrogazione al presidente della giunta regionale Paolo Di Laura Frattura – commissario straordinario della sanità in Molise per sollecitare un’urgente soluzione alla vicenda legata alla mancata attuazione dei protocolli sanitari riguardanti i migranti” – queste le parole del consigliere regionale del Pd (ripetiamo: del PD) Francesco Totaro.

SIFILIDE
SIFILIDE

L’interrogazione riprende le denunce dei responsabili dei centri di accoglienza per richiedenti asilo che nelle scorse settimane hanno rappresentato la grave situazione sanitaria in cui arrivano i clandestini: inviati come ‘sani’ risultano poi infetti delle più pericolose malattie contagiose.

DIFFUSIONE TUBERCOLOSI
DIFFUSIONE TUBERCOLOSI

Loro si legge “giunti nei centri, nonostante i protocolli sottoscritti dalla Prefettura e l’ASREM non sono sottoposti ad alcun tipo di screening sanitario necessario a scongiurare la presenza di malattie infettive quali tubercolosi o epatiti o di parassitosi come la scabbia, frequente fra i migranti, mettendo a serio rischio la salute degli altri migranti già presenti nelle strutture con cui verrebbero a convivere, nonché di noi gestori, degli operatori e della cittadinanza tutta”.

Secondo le affermazioni dei responsabili dei centri di accoglienza non si contano i casi di Scabbia, Epatite e Tubercolosi non diagnosticate all’arrivo e poi rilevati giorni e settimane dopo.

MENINGITE
MENINGITE

Nonostante i due protocolli esistenti (n. 36352 del 21/07/2015 e n.55158 del 06/09/2016) prevedano l’esatta procedura da seguire per garantire la giusta assistenza sanitaria ed il pieno rispetto dei diritti fondamentali alla persona.

EPATITE
EPATITE

“Di qui, dunque, la mia interrogazione al commissario Frattura perché a far rispettare i protocolli d’intesa sottoscritti con la Prefettura e reperire al più presto il personale sanitario da assegnare specificatamente all’assistenza sanitaria ai migranti”- ha concluso Totaro.



Lascia un commento