Aviaria in riserva naturale Tunisia



Il ministero tunisino dell’Agricoltura, della Risorse Idrauliche e della Pesca ha messo in quarantena il parco naturale di Ichkeul, nel nord della Tunisia (governatorato di Biserta), dopo aver scoperto il virus dell’influenza aviaria H5 nelle acque del lago e delle paludi circostanti del parco dove ogni anno si danno appuntamento oltre 200.000 uccelli selvatici per andare e tornare dall’Africa all’Europa. La Tunisia rappresenta infatti il principale corridoio migratorio per gli uccelli selvatici che vanno dall’Africa all’Europa durante la migrazione invernale. Si tratta di una misura precauzionale, avverte il ministero tunisino in un comunicato, precisando tuttavia che nessun caso di aviaria è stato riscontrato finora per quanto riguarda esemplari destinati al commercio alimentare nel paese ma la vigilanza rimane alta.

Nei giorni scorsi l’Organizzazione mondiale per la salute degli animali (Oie), aveva parlato di un’epidemia di influenza aviaria scoppiata in Tunisia fra gli uccelli selvatici nel nord del Paese confermata dopo la conduzione di test su 30 uccelli selvatici trovati morti il mese scorso nel parco naturale di Ichkeul.



Lascia un commento