Tubercolosi a scuola, Autorità: “Tutto sotto controllo”



CREMA – Tubercolosi all’istituto superiore Marazzi, un caso fra maggio e giugno e uno in settembre: quest’ultimo ragazzo, dopo un ricovero in ospedale, è tornato a casa, ma non ha ancora ripreso a frequentare la scuola. I due giovani sono in classe insieme. Il primo studente che si era ammalato nelle ultime settimane di scuola è guarito perfettamente.

DIFFUSIONE TUBERCOLOSI
DIFFUSIONE TUBERCOLOSI

Tutti gli alunni, i docenti e il personale amministrativo sono stati sottoposti al test: un’insegnante supplente ha manifestato i sintomi in giugno, ma terminata la supplenza ha lasciato la scuola e i dirigenti del Marazzi non hanno più avuto sue notizie. Inoltre, stando a informazioni avute dalla scuola, ci sarebbero alcuni studenti che seppur risultati positivi al test, non hanno maturato l’infezione e sono regolarmente in classe.

La notizia ovviamente ha preoccupato i genitori che si sono rivolti alla scuola per avere informazioni e nel frattempo la voce ha cominciato a circolare e di conseguenza ad amplificarsi. Si è parlato di un’intera classe infettata, di liti fra le famiglie e l’istituto e dei genitori con i funzionari del servizio sanitario. Quest’ultimo accusato di aver sottovalutato il caso di giugno.

Ma arrivano le rassicurazioni della scuola: ‘E’ tutto sotto controllo’. E’ tutto sotto controllo. Lo dice anche Renzi, di che vi lamentate?



Lascia un commento