TRUMP: “GIORNO 1 INIZIANO ESPULSIONI, POI MURO”

Come presidente, Donald Trump può muoversi rapidamente e fare tabula rasa delle politiche in materia di immigrazione volute da Obama che hanno bloccato le espulsioni. Può, subito, mettere fine al DACA, programma che ha dato permessi di lavoro temporanei agli immigrati clandestini arrivati in Usa da ‘bambini’.

Quasi un terzo dei 742.000 cosiddetti ‘Dreamers’ vivono in California e sono ora a rischio di perdere lo status para-legale concesso da Obama in cambio di voti. Che poi non sono serviti.

Utilizzando lo stesso potere esecutivo che Obama ha utilizzato creando il ‘DACA’ (permessi ai Dreamers), Trump è ora in grado di cancellarle e rapidamente mantenere le sue promesse elettorali per limitare severamente il numero di profughi ammessi ogni anno e rendere molto complicato l’ingresso di ‘visitatori’ provenienti da paesi con grandi popolazioni musulmane. Attenta Francia!

Trump ha detto giovedi, dopo l’incontro con Obama alla Casa Bianca e con i leader del Congresso a Capitol Hill, che immigrazione e sicurezza alle frontiere saranno le sue priorità, quando si insedierà a gennaio.

i consiglieri di Trump hanno iniziato a redigere gli atti legali che potrà firmare già il suo primo giorno, come le istruzioni ai 5.000 ufficiali della polizia di frontiera.

“C’è un enorme potenziale per aumentare il livello di espulsioni già senza aumento di personale,” ha detto Kris Kobach, il segretario di Stato del Kansas e membro della squadra di transizione politica di Trump.

Dando maggiore autorità agli agenti della Immigration and Customs Enforcement, Trump facilmente potrebbe aumentare le espulsioni di oltre il 75% nel suo primo anno in carica, ha detto Kobach.

Sotto Trump, Kobach ha detto, gli agenti probabilmente torneranno a fare blitz sui luoghi di lavoro e per verificare lo stato legale dei lavoratori. Tale pratica è stata fermata quando Obama è entrato in carica.

“E ‘un nuovo mondo.”, Ha detto Roy Beck, il capo di NumbersUSA, un gruppo anti-immigrazione con sede in Virginia che sostiene la riduzione dei livelli di immigrazione legale. Ed eliminare il DACA è “un buon inizio”, ha aggiunto.



Lascia un commento