Il tostapane è salvo: Ue rinuncia a regolamentazione



Fuori i tostapane, dentro i bollitori. Nell’elenco dei prodotti energetici che saranno regolamentati nell’Ue con l’atteso pacchetto sull’ecodesign, che sarà presentato il 20 novembre insieme ad altre proposte legislative sull’efficienza energetica e le rinnovabili, “andranno i prodotti con il più alto rendimento energetico”, ha spiegato il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans. “Ecco perché ci saranno i bollitori, ma non i tostapane”, ha detto oggi il vice-Juncker parlando a una conferenza organizzata dalla Beuc, l’organizzazione ombrello delle associazioni dei consumatori europei.
I nuovi prodotti su cui prevedere misure di progettazione ecocompatibile saranno di sei tipi, ha aggiunto il politico olandese che ha fatto diretto riferimento a “asciugatori elettrici, ascensori, bollitori e pannelli solari”, con gli altri che dovrebbero essere sistemi di automazione e controllo degli edifici e contenitori da trasporto refrigerati. Secondo uno studio del Beuc, se i consumatori acquistassero i prodotti di classe ‘A’ con il più alto rendimento, arriverebbero a risparmiare fino a 450 euro l’anno di bolletta elettrica.

Traduciamo: la Ue, che fa schifo, non ci vieterà l’utilizzo dei tostapane, che non saranno quindi spacciati agli angoli delle strade. Ma si limiterà a regolamentare la potenza di “asciugatori elettrici, ascensori, bollitori e pannelli solari”. Sperando non ci obblighino a cambiare tutti gli ascensori in nome del ‘risparmio energetico’.



Lascia un commento