CUNEO: ALLARME TUBERCOLOSI IN ACCAMPAMENTO AFRICANI CARITA$



Aveva la febbre alta, così ha deciso di recarsi in ospedale a Saluzzo, dove gli è stata diagnosticata la tubercolosi. E’ ciò che è accaduto ad un bracciante agricolo di 37 anni, originario del Mali, ospite a spese dei contribuenti nel campo della Carita$ a Saluzzo.

Trasferito all’ospedale Carle di Cuneo per essere sottoposto alle cure del caso a spese dei contribuenti, si è poi allontanato per ritornare al campo della Carita$: per diffondere meglio il virus. Sono stati i carabinieri a rintracciarlo e farlo rientrare in ospedale data la gravità della situazione.

Il campo, una sorta di ‘Giungla’ piemontese, ospita più di 30 tende e 500 giovani maschi africani ‘stagionali’.

Domanda: perché dobbiamo montare tendopoli per ospitare 500 ‘stagionali’ africani? Si paghino l’affitto. Se il lavoro che fanno non glielo permette, significa che non devono essere qui e che con il loro ‘low-cost’ stanno rubando il lavoro a giovani locali. Con la collaborazioni della Carita$.



Lascia un commento