WikiLeaks: sondaggi truccati a favore Clinton



Rivelazione choc di WikiLeaks: sondaggi truccati a favore Clinton per scoraggiare elettori Trump dal recarsi alle urne dando un senso di ‘vittoria impossibile’.

Non è il primo caso. Con il Brexit non ha funzionato. In Austria hanno dovuto ricorrere ai brogli postali.

Ora, mentre sondaggisti seri come Rasmussen e IBD/TIPP danno un testa a testa con Trump leggermente in vantaggio o in svantaggio…

ALL TIED UP

TRUMP +2

CLINTON +1

…sono spuntati nelle scorse settimane sondaggi che ricalcano i desiderata della mail diffusa da WikiLeaks, nella quale il capo della campagna di Clinton ‘invitava’ a ‘oversamples’: che è il metodo con il quale si possono truccare i sondaggi, ovvero aumentare il numero di intervistati di un partito rispetto ad un altro. Come se in Italia si facesse un sondaggio dando, ad esempio, un peso doppio ai residenti dell’Emilia rispetto a quelli del Veneto.

Il sito ZeroHedge approfondisce il tema analizzando l’ultimo sondaggio di ABC che dà la Clinton a +12

La metodologia del sondaggio è bizzarra:

“METHODOLOGY – This ABC News poll was conducted by landline and cellular telephone Oct. 20-22, 2016, in English and Spanish, among a random national sample of 874 likely voters. Results have a margin of sampling error of 3.5 points, including the design effect. Partisan divisions are 36-27-31 percent, Democrats – Republicans – Independents.”

Non scendiamo in particolari complessi, ma se chiedi a più democratici che repubblicani chi votano, ottieni il risultato sperato. E fasullo.



Lascia un commento