TRIESTE: ALTRI 5 BIMBI POSITIVI A TUBERCOLOSI



Si allarga l’epidemia di Tubercolosi a Trieste. Positivi al test Mantoux per la Tubercolosi altri cinque bambini, di cui uno residente all’estero e quindi abbiamo già capito, gli altri non si conosce l’etnia perché sono residenti in loco.

I casi si aggiungono a quello già annunciato nei giorni scorsi.

Aggiornato quindi il bollettino del “caso tubercolosi” esploso in città dopo la scoperta di una pediatra affetta da tbc mentre collaborava con l’Azienda sanitaria e che ha costretto a chiamare 3500 bambini al test della Mantoux (di cui circa 400 sottoposti alla profilassi): «I due bambini che hanno contratto la tbc sono attualmente ricoverati all’Irccs Burlo Garofolo: le loro condizioni non destano preoccupazione», spiegano ovviamente Asuits, Burlo Garofolo e Pediatri di libera scelta ribadendo «l’efficacia del protocollo concordato, che consente di intercettare efficacemente e in tempi brevi i casi positivi».

DIFFUSIONE TUBERCOLOSI
DIFFUSIONE TUBERCOLOSI

Gli altri «tre bambini risultati positivi al test Mantoux dovranno sottoporsi a ulteriori controlli ed effettuare un trattamento antibiotico affinché l’infezione, che risulta presente in forma latente nel loro organismo, non si attivi». Allegria.

L’Azienda sanitaria rende poi noto che è in corso l’invio di circa 200 raccomandate rivolte a coloro che non è stato possibile raggiungere telefonicamente dopo vari tentativi (circa il 20%).

E’ probabile che i nuovi casi di Tubercolosi non derivino dal contagio della pediatra, ma siano indipendenti: il fatto di una controllo di massa rivela infetti sconosciuti.



Lascia un commento