Retata contro software ‘illegali’: sequestrati 1.200 PC in tutta Italia



ROMA, 6 OTT – Operazione della Guardia di Finanza contro la pirateria informatica: i militari del Nucleo speciale tutela proprietà intellettuale hanno ispezionato centinaia di aziende in tutta Italia e scoperto migliaia di software illegali. Oltre 1.200 quelli sequestrati, 71 responsabili di altrettante società denunciati per violazione della normativa sul diritto d’autore, un’azienda su due di quelle controllate scoperta a utilizzare prodotti illegali.

Le ispezioni hanno riguardato 116 aziende impegnate principalmente nel settore della progettazione industriale ed edile, dislocate in tutta Italia: più della metà, il 57%, utilizzava software illegali Una percentuale superiore alla stime dell’ultimo Global software survey di Bsa diffuso a maggio scorso a livello mondiale, che assegna all’Italia un tasso di pirateria in calo e attorno al 45%. I finanzieri hanno così sequestrato oltre 1.200 prodotti, privi di regolare licenza per un valore di circa due milioni, e circa 400 tra apparecchi hardware, computer ed hard disk.

Incredibile. Il Paese è allo sbando, migliaia di africani vengono traghettati ogni giorno dalla Libia, e questi impegnano le poche risorse che abbiamo a caccia di ‘software illegali’. Per carità, sarà anche un problema – anche se molti pensano il software debba essere libero – ma è comunque una marchetta alle multinazionali del software.



Lascia un commento