Bayer – Monsanto: cosa accade quando un produttore di DDT sposa uno di CIBO



Facciamo nostra la campagna del giornale Il Nord – Se non fosse gia’ abbastanza grave che la UE abbia deciso di dare il via all’importazione di sementi OGM della Monsanto dagli USA adesso a minacciare ulteriormente la nostra salute e l’intera industria agroalimentare c’e’ l’acquisizione della Monsanto da parte della Bayer, un’operazione che e’ gia’ stata condannata sia da vari gruppi ambientalisti nonche’ dalla National Farmer Union, l’associazione degli agricoltori USA.

Molti temono che questo nuovo colosso obblighera’ i contadini ad acquistare le sue sementi a prezzi esorbitanti e con condizioni capestro ma cio’ che molti temono e’ l’effetto che i pesticidi e le sementi OGM da esso prodotti avranno sull’ambiente e sulla salute pubblica.

Qualcuno pero’ ha detto basta e ha deciso di protestare.

Nei giorni scorsi infatti piu’ di 100 cuochi francesi hanno sottoscritto una lettera pubblicata sul sito di gastronomia Atabula condannando questa acquisizione e esprimendo preoccupazione per il fatto che il cibo OGM impedisce ai cuochi di esprimere la loro creativita’ visto che molte delle pietanze da loro preparate potrebbero essere tossiche.

A proporre a questi chef stellati di scrivere questa lettera – che è anche una petizione che si può sottoscrivere visitando questa pagina web: http://www.atabula.com/lettre-ouverte-agrochimie-bayer-monsanto/ – e’ il fondatore di Atabula Franck Pinay-Rabaroust il quale ha ricevuto un’appoggio immegiato da parte di celebrita’ della cucina come Mauro Colagreco, che dirige il ristorante Mirazur della riviera francese ed e’ stato nominato il sesto migliore al mondo e chef Michelin quali Yannick Alleno e Michel e Sebastien Bras.

Ad unirsi a questa protesta c’e’ stato pure l’editore della guida Michelin.



Lascia un commento