INVASIONE: RACCATTANO IN LIBIA 6.055 CLANDESTINI SU 36 BARCONI

Condividi!

RENZI, ALFANO, LE COOP E TUTTI I CRIMINALI IMPEGNATI NEL BUSINESS DELL’ACCOGLIENZA FESTEGGIANO IL ‘3 OTTOBRE’ SCARICANDO IN ITALIA UN’INTERA CITTADINA AFRICANA: IL NO AL REFERENDUM E’ UN NO ANCHE AGLI SBARCHI

E’ salito a 5.648 6.055 il numero di clandestini, che erano a bordo di 36 mezzi da sbarco, raccattati oggi dai cuckold della Guardia Costiera, della Marina Militare e da organizzazioni di scafisti come MOAS e Medici Senza Frontiere.

La cifra è destinata ancora a salire dal momento che sono in corso altre tre operazioni coordinate dalla famigerata centrale operativa di Roma della Guardia Costiera: li paghiamo per coordinare gli sbarchi degli invasori. La stessa Guardia Costiera ha curato l’evacuazione medica, attraverso una motovedetta veloce classe 300, delle sole tre donne e un bambino presenti: il meglio, per i coloni. Mentre nelle isole minori italiane mancano anche i presidi medici.

Circa 720 di questi avanzi di galere africane, raccattati a nordovest di Tripoli, dalla Aquarius, nave di Sos Mediterranee che opera in combutta con gli scafisti Msf e che provengono in larghissima parte (683) dall’Eritrea, ma anche dalla Somalia, Etiopia, Chad, Palestina, Egitto, Nord e Sud Sudan verranno scaricati a Vibo Valentia. E poi raggiungeranno gli hotel di tutta in Italia con i bus.




Lascia un commento