PADRE AGGREDISCE PROFUGO CHE STUPRA FIGLIA 8 ANNI: POLIZIA LO UCCIDE

Condividi!

La polizia di Berlino ha sparato e ucciso il padre di una bambina che stava tentando di accoltellare un profugo l’uomo che aveva violentato la figlioletta nei pressi di un centro profughi.

Il profugo era accusato di aver abusato sessualmente della bambina di otto anni. Secondo i testimoni, l’immigrato aveva attirato la piccola in un parco vicino casa – dove si trova il centro profughi – per poi violentarla.

Durante l’arresto, dopo che gli agenti lo avevano già ammanettato e lo stavano portando in una macchina della polizia, il padre della bambina si è scagliato verso di lui armato di coltello e gridando: “Non sopravviverai”.

Gli agenti hanno sparato, il padre è morto. Quella degli stupri etnici dei profughi è una epidemia che sta insanguinando l’Europa.




Lascia un commento