ROMA: ISLAMICI INVADONO PIAZZE, MOSCHEE ALL’APERTO

Condividi!

Manifestazione di protesta degli islamici sotto la sede del Municipio V a Roma, contro la chiusura di alcune loro moschee abusive per “Violazioni Urbanistiche”.

Una delegazione tra cui alcuni sedicenti Imam e il presidente di una delle associazioni più numerose del mondo islamico presente a Roma sono state ricevute dal Presidente Giovanni Boccuzzi per verificare la possibilità di “sanare l’abusivismo ed evitare ulteriori chiusure di moschee abusive”. Delirante.

Il loro rappresentante ha minacciato che gli islamici avrebbero protestato esercitando il “proprio diritto alla preghiera in strada e/o su piazze e luoghi importanti della città”. Attenti.

La minaccia è diventata realtà e alle 13 di venerdì 23 settembre, autorizzati dalla Questura hanno invaro piazza dei Mirti:

islamici-roma

Alle ore 14 hanno steso in terra i loro tappeti e, tolte le calzature, così come impone la loro religione hanno iniziato a pregare a culo ritto fino alle 16 accompagnati da potenti altoparlanti. Una situazione che ha immediatamente allarmato sia i cittadini e sia le associazioni presenti in via dei Castani e questo anche perché sono circolate voci che la manifestazione si sarebbe ripetuta per ogni preghiera del venerdì e fino a quando non si arrivasse ad una soluzione del problema ingenerato dal sequestro e dalla chiusura delle moschee abusive.

Sarebbe facilmente risolvibile. Riaprendo le moschee abusive? No, rimandando gli islamici a casa loro.




Lascia un commento