Centro profughi, Volontari si dimettono: “Troppa violenza”

Condividi!

Con una lettera alla Prefettura di Reggio Calabria, alla Caserma dei carabinieri di Bianco, al Commissariato di Polizia di Bovalino e al sindaco di Bianco Aldo Canturi, i “Rangers d’Italia” (nucleo di Bianco) hanno lasciato l’incarico di assistenza e sorveglianza di 40 profughi ospiti del Centro Com.

Ma le violenze sono troppe. Troppi gli accoltellamenti e le minacce.

Come riporta la loro nota – “malgrado i continui solleciti ad oggi mancano un presidio medico ed un presidio militare, e da giorni la situazione è divenuta insostenibile a causa dei continui atti di protesta dei richiedenti asilo”. Dalle 8.00 di stamattina la custodia del Centro è affidata all’Amministrazione comunale.




Lascia un commento