Prime multe in Ticino contro donne in burqa

Condividi!

In segno di sfida contro il divieto di indossare il velo integrale nei luoghi pubblici, entrato in vigore due giorni fa in Ticino, la convertita all’islam Nora Illi si è presentata a Locarno con un niqab. Al suo fianco anche l’imprenditore algerino Rachid Nekkaz, francese per Ius Soli, che da anni combatte in Francia e in Belgio contro questi divieti. Nora Illi sarebbe stata multata dalla polizia.

Era il 22 settembre 2013 quando il 65,4% dell’elettorato ticinese aveva approvato l’iniziativa popolare che chiedeva di iscrivere nella costituzione il divieto di dissimulare il volto in luoghi pubblici.

E in Svizzera, per ora, i referendum sono una cosa seria.




Lascia un commento