CONFINDUSTRIA E GOVERNO FIRMANO ACCORDO: PROFUGHI AL LAVORO AL POSTO DI ITALIANI

Condividi!

Lo si sapeva dall’inizio, che Renzi e Alfano vanno a raccattare i giovani clandestini africani in Libia per un solo motivo: sostituire i giovani italiani. Ma che lo mettessero nero su bianco in modo così spudorato non ce lo si sarebbe aspettato.

Il governo ha firmato con Confindustria – un manipolo di sfruttatori alla ricerca di manodopera a bassissimo costo – un protocollo, siglato ieri, con il quale Confindustria e il ministero dell’Interno definiscono percorsi per inserire i sedicenti profughi in lavori al posto dei ragazzi italiani, attraverso tirocini formativi. Non una parola dai sindacati, Marx si sta rivoltando nella tomba.

Cosa significa: che l’amichetto di Renzi a Confindustria e i suoi pari – sono lontani i giorni recenti di Squinzi – potranno far lavorare schiavi africani senza pagarli. Li paghiamo già noi con vitto, alloggio e paghetta giornaliera.

Inutile dire che si tratta di una decisione gravissima. Ogni giorno Renzi trasborda in Italia con le navi negriere della ‘Marina’ migliaia di ‘braccia’: una riserva di manodopera a bassissimo costo.

“Quello di Boccia è un approccio coraggioso. Dimostra che da parte di Confindustria c’é visione del futuro”, spiega il titolare del Viminale, Angelino Alfano.

E’ tempo di sbatterli fuori. Tutti. Chi vota NCD e PD è l’assassino del futuro dei propri figli.




Lascia un commento