Profughi terminano protesta: portiere di notte li aspetterà fino a tardi

Condividi!

Dal giornale locale di Asti:

Una protesta rientrata ma che sta facendo molto discutere quella dei migranti ospiti del seminario vescovile di Asti che ieri sono si sono presentati in massa davanti alla prefettura lamentando alcuni problemi di gestione legati alla loro accoglienza.

Imputati la tipologia di cibo servito, gli orari di apertura e di chiusura dell’ingresso del cortile. Per questo già qualche giorno fa un gruppetto dei 70 migranti ospiti della struttura di proprietà della curia ma gestita dalla cooperativa Sanitalia Service avevano iniziato fare le prime rimostranze.

Fino alla vera e propria protesta scoppiata martedì, ma ben presto rientrata. Il capo di gabinetto della prefettura si era detto disposto ad ascoltare le lamentele dei migranti a patto che si presentasse una delegazione, ma la proposta non ha sortito gli effetti sperati tanto che i ragazzi, tutti provenienti dall’Africa, hanno deciso di “sciogliere” il presidio.

In serata i giovani avrebbero avuto anche un confronto con i gestori della cooperativa che si sarebbero detti disposti ad accogliere almeno in parte le loro richieste. D’estate la chiusura del portone della struttura, che oggi avviene alle 23.30, verrà pare posticipata di mezz’ora.

Per quanto riguarda invece la questione cibo, i pasti vengono preparati da un’azienda di catering dell’Astigiano e sono studiati in base alle esigenze dei singoli ospiti, anche quelle legate ai dettami religiosi.




Lascia un commento