Censura: Facebook cancella Vox

Condividi!

Non dite che esiste la libertà di espressione. Soprattutto se questa è totalmente dipendente da poche corporation. E’ il caso di Facebook, che decide, de facto, quali sono i messaggi che possono o non possono passare. Quali sono le notizie che possono, o non possono passare. Lo fa con filtri – algoritmi – che voi non vedete, ma che impediscono ad alcune pagine di raggiungere gli utenti, mentre ad altre no.

censurafacebook

Lo fa, è il caso di Vox, cancellando la Pagina (e i suoi oltre 80 mila lettori), recidendo così la possibilità che avevamo di raggiungerli. E lo fa così, dalla sera alla mattina. Senza preavviso e senza motivo: perché ha deciso che le condivisioni iniziavano ad essere troppe. E quando disturbi troppo, il sistema ti elimina.

Quello di Facebook è un abnorme potere di censura. Totalmente incontrollabile e totalmente ‘irresponsabile’: non puoi denunciarli perché ti cancellano una pagina, sono uno ‘Stato a sé’. Così si arriva alla perversione che le pagine di pedofili, terroristi islamici e accoliti dell’invasione non vengono cancellate, nemmeno su richiesta della magistratura come nel caso degli islamici, ma si cancella una pagina perché scrive cose che disturbano.

Dicono che esiste la libertà di espressione. E’ una fandonia. Esiste una fasulla libertà di esprimersi fino a che la tua è un’espressione che non disturba e che raggiunge una limitata cerchia. Oppure sei utile al sistema, perché quello che scrivi è fintamente anti-sistema.

La resa non è un’opzione.

Se vuoi combattere con noi visita questo link per chiedere a Facebook di ripristinare la pagina: https://www.facebook.com/help/contact/167646843343666/

E copincolla il seguente messaggio nell’apposito spazio:




2 pensieri su “Censura: Facebook cancella Vox”

Lascia un commento