Aeroporto Parigi: 70 estremisti islamici avevano accesso aerei

Condividi!

PARIGI – Dallo scorso 13 novembre, giorno degli attentati allo Stade de France e nei locali del centro di Parigi settanta dipendenti islamici a rischio “radicalizzazione” degli aeroporti parigini si sono visti ritirare il loro lasciapassare per accedere alle aree riservate dello scalo. “Sono stati ritirati 70 badge, in particolare, per motivi di radicalizzazione”, ha dichiarato il numero uno di Aéroports de Paris de Romanet.

In pratica, come avevamo già scritto, una settantina di terroristi islamici o frequentatori di terroristi islamici lavoravano nell’aeroporto parigino. Succede, quando dai la cittadinanza agli immigrati e quando li assumi al posto degli autoctoni.

E’ evidente che è tutto il sistema europeo di immigrazione che deve essere smantellato: gli immigrati non possono vivere tra noi. Soprattutto è impensabile che guidino o lavorino nell’ambito di bus, navi o aerei. Per non parlare della sicurezza pubblica: polizie o eserciti. Sempre che vogliamo sopravvivere come civiltà.




Lascia un commento