PIOGGIA DI FUOCO RUSSO SULLA CAPITALE DI ISIS

Condividi!

2EEFBA2800000578-3340056-image-a-19_1448917075776

Pioggia di fuoco russo su Raqqa, ma non si tratta, come ‘denunciano’ i media di distrazione di massa di ‘armi al fosforo’ e quindi una violazione della convenzione di Ginevra.

2EEFBA5F00000578-3340056-image-a-18_1448917053350

Sono razzi incendiari russi 9M22S

L’attacco è infatti del tutto simile a quello del 22 novembre su Idlib:

PIOGGIA DI FUOCO RUSSO SU ISIS – VIDEO

 

 


 

Pioggia di fuoco su ISIS. Nel filmato razzi incendiari russi 9M22S.
Non sono armi al fosforo, come si sente dire dagli islamici in sottofondo, quindi non sono tossici per la salute umana ma possono raggiungere oltre 3000 C° e quindi distruggere gli obiettivi.

Potrebbero anche essere contromisrure antimissile come ‘flare’.

Il flare, in italiano letteralmente fiaccole o vampate, è una particolare contromisura di difesa utilizzata dagli aeromobili militari, ma anche da mezzi navali e terrestri, per ingannare i sensori ottici a guida infrarossa (IR) dei missili. Differiscono molto dai razzi bengala, inizialmente usati per gli stessi scopi, per la loro maggiore capacità di imitare il calore prodotto dai metalli in fusione. Differiscono inoltre anche dagli chaffs che, pur usati con lo stesso scopo, ingannano invece i missili a guida radar magnetica.