Mattarella premia ricca ereditiera: ‘Ha portato in Italia 5mila clandestini’

Condividi!

Mattarella è un abusivo. Eletto da un parlamento incostituzionale, in cambio della scelta della Consulta di definirlo tale senza farlo decadere. Lo sanno tutti, non lo dice nessuno.

E un abusivo non può che premiare chi ci porta altri abusivi. Inevitabile.

Quindi ha conferito, motu proprio, onorificenze al Merito della Repubblica Italiana a cittadini italiani e stranieri che si sono prodigati nel raccattare clandestini. E portarceli a casa.

Due i ‘premi’ per l’immigrazione e l’emergenza sbarchi.

Una è la famigerata Regina Egle Liotta (in Catrambone), “Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”. E’ la padrona della società privata maltese che raccatta clandestini in Libia per portarli in Italia. Andava premiata!

“Per il contributo che attraverso l’Ong MOAS – Migrant Offshore Aid Station offre nella localizzazione e assistenza dei migranti in difficoltà nel Mediterraneo”. Nel 2014, insieme al marito Christopher, fonda Moas – Migrant Offshore Aid Station, una Ong con sede a Malta che, con una nave da spedizione, droni, gommoni e una squadra di soccorritori (incluso personale sanitario) localizza e assiste i clandestini in difficoltà nel Mediterraneo.

Ad oggi sono circa 4.500 gli africani che ci hanno portato in Italia. Il protettore delle coop non poteva che premiarla, per i clienti che ha garantito.

Poi ha premiato anche Catia Pellegrino, Tenente di Vascello Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana”. “Per la competenza e la sensibilità con le quali ha coordinato numerosi drammatici salvataggi in alto mare nell’ambito dell’operazione Mare Nostrum”. E’ la prima donna comandante di una nave militare. Dal 2014 è Ufficiale al comando del pattugliatore Libra con il quale, nell’ambito della Missione Mare Nostrum, ha coordinato molti drammatici salvataggi in alto mare. Dalla sua esperienza è stata tratta una web serie dal titolo “La scelta di Catia – 80 miglia a sud di Lampedusa”, trasmessa su Rai3 da ottobre 2014.

Uno schifo. E’ il mondo alla rovescia. Chi fa del male al proprio paese viene premiato. E’ tempo di abbattere questo sistema mafioso.




Lascia un commento