Bologna: profughi spacciano a ragazzine, assessora sicurezza denuncia Vox perché ne parla



BOLOGNA – Quattordici anni e una dose di eroina in tasca. Una giovanissima bolognese è stata trovata in possesso di una dose e ha dichiarato ai carabinieri che la sostanza era per uso personale.

La quattordicenne è stata segnalata alla Prefettura per uso personale di sostanze stupefacenti. L’ennesima bambina rovinata dallo spaccio facile che domina in città.

E come mai, è così facile procurarsi droga a Bologna e nelle altre città? Ma perché ci sono loro, le risorse!

Sempre nella giornata di mercoledì, infatti, nel parco della Montagnola, a seguito di segnalazioni arrivate per la presenza di un giro di spaccio nell’area circostante l’asilo Betti Giaccaglia, sono stati arrestati due ‘profughi’: un 29enne nato in Senegal e un 20enne nato in Guinea-Bissau, trovati in possesso di droga da spacciare.

I due sono ospitati entrambi in comunità per profughi e in attesa di asilo politico.

In tutto questo, la ormai ex assessora alla sicurezza, la fotovoltaica e ‘stupefacente’ Nadia Monti, trova il tempo di denuncia Vox perché scrivere male dei migranti.

Onorati.



Lascia un commento