Bengalesi manifestano: “Altri profughi ci rubano tutto”

CONA – «Ci portano via il cibo e ci maltrattano». Così, questa mattina, una trentina di sedicenti profughi del Bangladesh (!), ospitati a spese nostre nella base di Conetta, manifestando nella piazza del paese.

I clandestini, perché di questo si tratta, hanno inscenato il sit-in di protesta, per il ‘disagio multietnico’ all’interno del centro: le varie etnie sono divise in fazioni, alcune dettano legge ad altre, e i clandestini del Bangladesh sarebbero ‘vittime’ di questo sistema, finendo con l’essere derubati del cibo, dei vestiti, e della paghetta settimanale offerta dai contribuenti.

Primo: i bengalesi non sono profughi. Secondo: è la dimostrazione ‘in vitro’ che la società multietnica è violenta e insostenibile. Terzo: perché dovremmo applicare all’Italia in generale quello che non funziona in un centro di accoglienza?



Lascia un commento